Yo-yo e pendoli di Maxwell

DSC03773.JPG

Lo yo-yo è un giocattolo classico con cui si sono divertite molte generazioni. L’energia potenziale posseduta dallo yo-yo quando è in alto viene trasformata in energia cinetica di rotazione e di traslazione, man mano che esso scende per effetto della sua forza peso.

yo-yo.PNG

V. Zanetti nel 1992

 

 

 

 

Anche questi due pendoli di Maxwell non sono altro che due grandi yo-yo sorretti da due fili fissati, nel primo caso, all’asse della ruota e, nel secondo caso, all’asse del pappagallo:
foto3.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando la ruota/pappagallo è nel punto più alto, esso possiede solo energia potenziale gravitazionale. Man mano che scende, per effetto della forza peso,  l’energia iniziale si trasforma in energia cinetica di rotazione, in energia cinetica di traslazione verso il basso e in energia termica a causa dell’attrito, dovuto all’aria e al fatto che la corda non è sufficientemente flessibile ed elastica. Per questo il moto non continua all’infinito. Quando poi la ruota/pappagallo giunge nel punto più basso della sua discesa, essa inverte la sua velocità di traslazione – ma non quella di rotazione – come una palla che rimbalza contro il pavimento.
L’altezza massima a cui giunge in due corse successive può variare di poco o di molto, a seconda del tipo di funicelle impiegate.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...