Visione 3D

television-20507_960_720

La visione stereoscopica umana – e di gran parte degli esseri viventi – permette la percezione della differente profondità a cui si trovano due oggetti grazie all’elaborazione di due immagini dello stesso soggetto da due punti di vista differenti. Di fatto si tratta di un meccanismo di triangolazione.

 

Per poter osservare immagini tridimensionali, quindi, è necessario acquisire fotografie o filmati dello stesso soggetto da due punti differenti che distino tra loro all’incirca 6 cm, distanza tipica degli occhi umani.

 

3D.PNG

V. Zanetti osserva un’immagine 3D nella prima edizione della mostra (1992)


Durante la riproduzione si deve permettere che l’immagine registrata dalla fotocamera sinistra raggiunga solamente l’occhio sinistro e viceversa per l’immagine destra. In questo modo le due immagini verranno elaborate dal cervello come immagini “usuali” e riprodotte con la percezione della profondità.

Esistono numerose opportunità per la riproduzione e visione di queste immagini:

  1. il primo metodo, storico, è quello di stampare le due immagini e realizzare un visore binoculare che permetta ad un occhio di osservare solo un’immagine;
    viewer-1069128__340.jpg
  2. un secondo metodo, proposto in questa esposizione e chiamato anaglifo, sfrutta la sovrapposizione delle due immagini colorate utilizzando colori complementari (ciano e rosso). Per poter osservare l’immagine è necessario dotarsi di occhiali che, al posto delle lenti abbiano dei filtri ciano e rosso. In questo modo l’immagine di colore ciano attraverserà solo la lente ciana e similmente per il rosso;
    anaglyph-102195_960_720.jpg            anaglyph-2141365_960_720.jpg
  3. un metodo più moderno sfrutta due immagini riprodotte con luce polarizzata ortogonalmente l’una all’altra e occhiali sulle cui lenti sono disposti filtri polarizzatori;
  4. una tecnica ulteriore è quella di riprodurre ad alta frequenza, alternativamente, l’immagine per l’occhio sinistro e per l’occhio destro usando occhiali che oscurano alternativamente i due occhi, lasciando la lente sinistra trasparente solo per il tempo in cui viene proposta l’immagine sinistra e così via.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...